ANTIPASTI/ COMFORT FOOD/ PANI

Focaccia ai fiori di sambuco

Vi scrivo con un po’ di tempo rubato dal mio progetto. Oggi pomeriggio l’ho preso per me, non sto molto bene, ma prevedo che mi passi presto!
In questo momento vorrei tanto un regalo, un dolce, un’attenzione, una carezza, un complimento. 
Ma forse vorrei anche essere lasciata in pace e forse sono fortunata perchè questo, al momento, mi è concesso.
Questa focaccia è la prima cosa che preparo usando i fiori di sambuco. Ecco, i fiori di sambuco sono di sfondo, contribuiscono a dare delicatezza e profumo al tutto.
Sono andata a prenderli sabato con mia madre quando aveva piovuto da poco in un posto in campagna, vicino al fiume. A un certo punto del tragitto in macchina la strada asfaltata finisce e inizia quella sterrata e piena di buche dove passano solo i trattori. Dopo un breve tratto di rally in automobile siamo arrivate in un luogo erboso e dopo pochi metri di camminata nell’erba alta abbiamo raccolto i fiori per questa focaccia. Sono già in fase di sfioritura purtroppo.. Tutti gli anni mi dico che vorrei provare lo sciroppo poi non lo faccio mai..
Intanto vi lascio la focaccetta che di solito piace a tutti..
La ricetta originale l’ho trovata su questo sito, ci sono diverse ricette che utilizzano le erbe. Lo trovo molto interessante. Ho fatto giusto qualche modifica. Alla fine è bella alta e sofficissima!

Ingredienti:
15 fiori di sambuco
400 g di farina 0
100 g di farina manitoba
2 tazze di acqua tiepida
una bustina di lievito di birra
2 cucchiaini di miele di timo Rigoni di Asiago
olio evo
sale

Puliamo i fiori di sambuco e togliamo i gambetti. Sciogliamo il lievito in una tazza di acqua tiepida con un cucchiaino di miele e lo lasciamo riposare una decina di minuti.
In una terrina uniamo le farine, aggiungiamo un pugnetto di sale, un cucchiaino di miele, due cucchiai di olio, i fiorellini di sambuco e il lievito. Iniziamo a impastare. Aggiungiamo anche un altro bicchiere d’acqua tiepida. Formiamo una palla e lasciamo lievitare in un ambiente tiepido coperta da un canovaccio. Preriscaldiamo il forno a 250°.
Dopo un’ora e mezza circa, a lievitazione ultimata, foderiamo una teglia di carta forno e ungiamo leggermente con l’olio evo. Stendiamo il nostro impasto, lo condiamo con un filo d’olio e una spolverata di sale.
Inforniamo per 10 minuti. Abbassiamo poi a 200° per altri 5 minuti.

Secondo me è molto buona servita con un formaggio passito e un cucchiaino di miele, sempre lui, quello di timo Rigoni di Asiago, che con i formaggi è davvero speciale!

A presto puffette! :*

25 Comments

  • Reply
    Chiara Setti
    30 maggio 2013 at 15:13

    Tesoro ma io ti mando un grande abbraccio!!!
    E ti rubo un pezzo di questa splendida focaccia!!
    PS. Ti aspetto un mercoledì sera a Forlì,credimi che vale proprio la pena farsi un giro!! Hai tempo due mesi.. 😉 baci

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      30 maggio 2013 at 15:43

      Grazieeee! Allora devo assolutamente smuovere la truppa e convincerla a venire a Forlì:)
      Un bacione:*

  • Reply
    Monique Miel E Ricotta
    30 maggio 2013 at 15:14

    bella la tua focaccia cuccioletta. Io ti lascio stare ma ti faccio anche una carezzina ok? io con il sambuco ci faccio appunto lo sciroppo che non bevo-) oppure friggo i fiori. Mò ho anche la ricetta della focaccia. Carezzina.

  • Reply
    Memole
    30 maggio 2013 at 15:16

    Che buona!!!

  • Reply
    Claudia
    30 maggio 2013 at 15:55

    Mi spiace che il tuo umore non sia dei migliori..s e ti può essere di conforto.. questi giorni sto stranita anche io! grrrrr… I fiori di sambuco.. io non li ho mai visti! e come potrei qui in città.. che meraviglia.. mis arebbe piaciuto venire con te e la tua mamma.. un pò di aria pulita e natura mi farebbero bene!!! Questa focaccia è strepitosa… bella alveolata.. con quel miele di timo che conosco ed amo!! ottima come accompagno ai formaggi.. .-) smack cara

  • Reply
    Cristina D.
    30 maggio 2013 at 16:32

    Lo sciroppo con i fiori di sambuco è buonissimo; è assai popolare in Alto Adige: lo si trova in tutti i rifugi. L'idea dei fiori nella focaccia mi piace assai. Io ho fatto di recente un sorbetto di fragole e fiori di sambuco

  • Reply
    renata
    30 maggio 2013 at 17:22

    Speriamo allora che passi presto
    intanto io ti regalo uno strizzante abbraccio
    e ti faccio i miei complimenti per questa focaccia bella alta e profumata!!!!un vero invito a nozze per una golosona come me!!!!!!!
    Ciao Claudia

  • Reply
    paneamoreceliachia
    30 maggio 2013 at 18:48

    Io non ti lascio stare, ti abbraccio forte e ti coccolo pure, magari ti preparo anche una cosina dolce che consola sempre, con un pò di cioccolato che tira su! Dovrebbe arrivare un pò di sole, perché anche quello aiuta l'umore e fa vedere le cose in un'altra prospettiva! Intanto continuo ad abbracciarti forte.
    Alice
    ps: carina e originale questa focaccia!!!

  • Reply
    Simo
    30 maggio 2013 at 18:49

    la focaccia con questi fiori mi intriga un sacco!!!
    solitamente a me li coglieva mio papà, quest'anno purtroppo ha avuto problemi di salute e quindi…niente sambuco, sob!
    terrò presente la tua ricetta…
    un abbraccio!

  • Reply
    Valentina
    30 maggio 2013 at 18:55

    Ciao Cla 🙂 Lo sai, quando leggo fiori di sambuco penso subito allo Chef Barbieri… potenza della tv, eh? 😉 La tua focaccia è stupenda, non ho mai utilizzato questi fiori in cucina ma voglio provare al più presto… sei stata bravissima come sempre 🙂 <3 Un abbraccio forte forte con tanto affetto, spero tu possa stare presto bene :**

  • Reply
    monica pennacchietti
    30 maggio 2013 at 19:02

    vedi perchè mi piace l'animo femminile?perchè è tutta un'alternarsi di stati d0animo,di sensazioni contrastanti tra loro,un desiderio di coccole e di lontananza uniti come non mai.E da tutto questo nascono sogni,speranze ,progetti e nuove consapevolezze di se stesse.Te la posso donare io una carezza?
    I fiori di sambuco…sapessi dove trovarli la farei subito.E' bellissima.Ti abbraccio
    Monica

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      31 maggio 2013 at 19:02

      Quanto è vero Monichetta.. Io poi sono tremendamente influenzata dal meteo.. e se c'è il sole poi piove poi tira vento poi sole di nuovo.. bè che ti stupisci se sono instabile? :p
      a presto:**

  • Reply
    Tonia
    30 maggio 2013 at 20:12

    una splendida idea..i fiori di sambuco nella focaccia….immagino di sentirne il profumo oltre al sapore sicuramente delizioso con il miele al timo….e mentre immagino di assaggiarla ti faccio una carezza …!!ciao vedrai che presto passerà quest'umore….!!

  • Reply
    Luisa Piva
    31 maggio 2013 at 7:39

    che buona!! nei campi qui nei dintorni ce ne sono ancora.. potrei (se smette di piovere) andar a far la spesa 😉
    buonissima e creativa questa focaccia dolce
    brava
    baci cara e buon weekend

  • Reply
    Dani
    31 maggio 2013 at 8:01

    Ecco una nuova ricetta per impiegare la pasta madre! Ma dove li trovo i fiori di sambuco? O_O Devo solo chiedere al mio vicino di pensarci lui… ahahahahahaha :*

  • Reply
    monica zacchia
    31 maggio 2013 at 8:11

    Ciao bellissima! Non ho mai usato i fiori di Sambuco anche perchè non saprei dove reperirli. Deve essere deliziosa questa focaccia e anche morbida, ti lascio un piccola coccola e mi prendo una bella fettina, il formaggio ce lo metto io! un abbraccio mony***

  • Reply
    Cristina
    31 maggio 2013 at 15:27

    Mi spiace saperti malatina 🙁
    Spero ti passi presto cara, intanto mi ruberei volentieri una fettina di focaccia (lo stomaco fa grrrr).
    Un abbraccio forte forte!!

  • Reply
    celeste
    31 maggio 2013 at 22:33

    Non sai quanto avrei bisogno io di coccole, attenzioni, è un periodo in cui sono un' stressata, forse perchè mi prendo troppo a cuore le cose e gli impegni… Ma lo sai che il sambuco non l'ho mai assaggiato in nessuna preparazione? Eppure ne leggo di continuo ultimamente, sono incuriosita… Ah, avevo letto il tuo post precedente, ma come mai i pasticceri fanno sempre di testa loro, dannati! E per quanto riguarda il capire come siamo davvero è una caratteristica davvero rara, non solo negli uomini. Notte bella

  • Reply
    m4ry
    1 giugno 2013 at 18:57

    Questo post è di due giorni fa..spero che oggi vada un po' meglio…anche io in questi giorni vado un po' a fasi alterne..non ho capito perché a spot mi vado ad infilare in pensieri che mi provocano dolore e sofferenza..forse sono un po' masochista…penso ad una persona a cui voglio bene, ma per la quale non esisto più..cancellata ! E mi fa male..
    La tua focaccia è super, bellissima l'idea dei fiori di sambuco..diciamo che è una vera coccola…
    Ti abbraccio e ti lascio un bacino..<3

  • Reply
    Zonzo Lando
    2 giugno 2013 at 6:50

    Eilà ciccia! Te lo faccio io il complimento 🙂 Per questa splendida focaccia. Sappi che nemmeno con un miracolo mi verrebbe così bene a me. Sei bravissima te lo dico io ehehhehe Bacioooooni!

  • Reply
    marina riccitelli
    2 giugno 2013 at 8:30

    ma che bello raccogliere i fiori di sambuco! io non saprei nemmeno riconoscerli! Farci una focaccia mi sembra un'ottima idea! E' venuta molto molto bene. Ecco così sono stata parca di complimenti così non ti disturbo troppo….;0) bacioni e buona domenica

  • Reply
    Artù
    2 giugno 2013 at 12:13

    Adoro un sacco l'uso dei fiori e delle erbe spontanee in cucina. Infatti mi diletto nella scoperta e riscoperta di ricette antiche!! adorabile la tua ricetta!!!

  • Reply
    sabry
    3 giugno 2013 at 9:37

    Passo ogni tanto e vorrei sempre sapere come state e cosa fate, un pò come si fa con un'amica e invece le giornate scorrono veloci e quando ti affacci ti reni conto che una bloggallina aveva bisogno di una coccodè-coccola! A parte gli scherzi ti abbraccio anche se vuoi essere lasciata sola…hai fatto una focaccia imperdibile! Mai sentita questa dei fiori di sambuco!

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      3 giugno 2013 at 20:46

      Grazie Sabri <3 e non ti preoccupare, ognuno c'è quando può:)
      smuack!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    CONSIGLIA Ricette disegnate: Castagnaccio