DOLCI/ RICETTE DI CASA

Torta ricciolina di Molinella

Buongiorno!

Nell’ultimo week end passato a Torino riflettevo sul fatto che da un po’ di tempo a questa parte ho preso l’abitudine di parlare meno di me sul blog. Non è una novità. Più di tutto credo che il motivo sia che questo ultimo periodo è stato incerto e la paura di sbilanciarmi troppo era sempre dietro l’angolo.

Non so ancora benissimo cosa voglio e vado per tentativi. Quest’anno sono stata un po’ architetto, un po’ modella, molto blogger, un po’ scrittrice, un pochino pittrice. So che amo il mondo del food e che mi piace ogni cosa di lui. So che ogni esperienza che ho fatto, ogni studio, ogni apprendimento non è stupida. E questo mi basta per ora.

Presente la frase “impara l’arte e mettila da parte”? Ecco, per me non c’è stupidaggine più grande, perché mettere da parte? A che serve? Io credo che l’abilità stia proprio in questo, nell’essere una blogger che ha studiato al liceo artistico, nell’essere una che cucina, che però è anche un architetto, di essere una “modella” con nozioni di fotografia. Questo non significa che mi riesca alla perfezione tutto quello che faccio, capiamoci, però aiuta.

Aiuta il non essere settoriale, perché fa sì che ogni persona sia unica nel suo genere. E speciale.

Quest’estate sarò una cosa diversa ancora, ma dal momento che non è ancora certo al 100% la scaramanzia vuole che ne parli a cose fatte 🙂

Vi lascio una torta che per me ha un significato molto importante. La faceva mia nonna, emiliana, quando ancora aveva tanta energia e tanta voglia di cucinare. Che piatti meravigliosi che preparava! Quella che ho fatto io è la sua ricetta anche se il sapore, ovviamente, non è identico. Ho messo un po’ meno zucchero e un po’ meno burro, le torte negli anni ’60 ne erano davvero troppo ricche!

torta ricciolina 1

5.0 from 1 reviews
Torta ricciolina di Molinella
 
Per una torta di diametro 24 cm
Author:
Recipe type: dolce
Cuisine: italiana
Ingredients
  • PER LA FROLLA:
  • 250 g di farina
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaino raso di lievito
  • PER LA FINITURA:
  • taglioline fini (2 uova+200 g di farina) oppure 250 g di tagliatelline all'uovo scottate pochi istanti in acqua bollente
  • 150 g di burro
  • 200 g di mandorle tritate
  • buccia grattugiata di un limone
  • 200 g di liquore (120 g di liquore all'anice + 80 g di rum)
  • 200 g di zucchero
Instructions
  1. Prepariamo la frolla.
  2. Impastiamo il burro con lo zucchero con le fruste elettriche. Aggiungiamo poi l'uovo, la farina, il lievito e il pizzico di sale. Finiamo di impastare a mano fino a che la pasta sarà ben omogenea. Copriamo con la pellicola e facciamo riposare in frigorifero. Meglio se almeno un paio d'ore.
  3. Foderiamo la tortiera di carta forno. Stendiamo la frolla con un matterello e la mettiamo nella teglia, io ho alzato un po' i bordi.
  4. Mettiamo il ripieno facendo gli strati della finitura e alternandoli in questo modo:
  5. tagliatelle
  6. mandorle
  7. burro
  8. zucchero
  9. buccia di limone
  10. Alla fine terminiamo con uno strato di zucchero, bagnamo tutto col liquore tenendone da parte quattro cucchiai che ci serviranno a cottura ultimata.
  11. Inforniamo a forno statico a 180° per 40 minuti.
  12. Sforniamo, lasciamo intiepidire e bagnamo col liquore rimasto.

torta ricciolina 2E per il vino….

Per un dolce ci deve essere sempre un abbinamento di concordanza quindi un vino dolce…

 Per questa torta ci vuole un Passito di buona struttura, dal gusto equilibrato, pieno, avvolgente e fresco!

un Verdicchio passito delle marche 85% di verdicchio e un 15% di altre bacche marchigiane.

O un Passito del rospo, è un taglio di Malvasia eTrebbiano, toscano della zona di San Casciano.

A presto amici!

9 Comments

  • Reply
    Giulia
    21 Maggio 2015 at 11:24

    Cuoriosa di sapere cosa sai quest’estate ti abbraccio forte e mi ha fatto super piacere rivederti e leggere di nuovo su questo meraviglioso spazio! torta meravigliosa!

  • Reply
    Marghe
    21 Maggio 2015 at 15:10

    Ogni persona deve rimanere unica nel suo genere, anche arricchendosi, evolvendo e crescendo. Per me è la sfida più grande a cui siamo chiamati 🙂 Sei brillante, positiva, dolce: non puoi che avere un gran successo!
    Un bacio anche da parte mia alla tua nonna, così orgogliosa!
    Questa torta è una vera delizia emiliana!!

  • Reply
    SABRINA RABBIA
    21 Maggio 2015 at 15:42

    le torte dei nonni sono sempre le migliori, mi piace l’idea dei tagliolini!!!!!Baci Sabry

  • Reply
    tiziana
    21 Maggio 2015 at 22:54

    è strano quando non sai cosa vuoi o dove andrai, io adesso so dove sono ma faccio fatica a capire quello che voglio.. più che altro perché vedo quello che voglio difficile, ma mai dire mai. Credo che tu abbia una bella energia ed una bella voglia di fare e a me le persone che fanno tante cose diverse piacciono molto 😉 ti auguro di trovare la strada migliore per te!! la ricetta di questa torta me l’ha appena data un’amica di Cavezzo e sono troppo curiosa di provarla perché pensi sia spaziale, poi la confronto con la tua 😉 bacetto

    • Reply
      Claudia Casadio
      22 Maggio 2015 at 0:33

      Grazie <3
      La peculiarità della torta sono le tagliatelle.. mia nonna le faceva a mano, ma anche con la pasta secca leggermente sbollentata non è per niente male 🙂
      Comunque sì, se ti piacciono un minimo i dolci liquorosi, è una torta spaziale!
      :*

  • Reply
    barbara
    22 Maggio 2015 at 15:09

    Amo leggere di ricordi e di ciò che nel tempo siamo diventate…quello che sarai sarà sicuramente qualcosa di speciale!
    Le torte delle nonne…quanto mi mancano,non puoi capire che darei per assaggiare di nuovo uno dei capolavori che uscivano dalle loro mani!!

  • Reply
    Silvia
    22 Maggio 2015 at 21:28

    Come ti capisco, è stata una fase dura anche per me, ma come dici tu non mi sono voluta privare di nessuna esperienza, e pensa che il blog è stato il quid in più per farmi assumere per ben due volte! Forza forzaaa e poi ti dico che una crostata con dentro la pasta per me è top! La voglio oraaaaa

  • Reply
    Francesca
    22 Maggio 2015 at 23:42

    Io lo so cosa farai, so pure che sei eclettica e so anche in prima persona cosa vuol dire avere molte abilità diverse senza sapere esattamente quale posto occupare nel mondo.
    troveremo la nostra strada, vedrai.
    un abbraccio enorme (salgo sullo sgabello, ovvio).
    🙂

    • Reply
      Claudia Casadio
      24 Maggio 2015 at 21:58

      🙂 sì! Bè sei un po’ anche tu l’artefice della riflessione.. ognuno troverà il suo posto nel mondo.. alla fine 😀 e intanto ci si diverte! :*

    Leave a Reply

    Rate this recipe:  

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    CONSIGLIA Cake Pops di Pandoro