PANI

Baby party: panini come animaletti

Oggi per la prima volta sul blog trovate ranocchie, tartarughe e chiocciole. Per la prima volta oggi giochiamo col cibo  😀

In realtà è successo che, un po’ di tempo fa, a un pranzo di famiglia, mia cugina ha portato un grande vassoio con tanti panini, ognuno con la forma di un animaletto diverso; erano divertenti sia per i bambini che per i grandi, così  si è accesa una lampadina. E ho pensato anche io di farvi vedere una parte diversa della cucina, perché la cucina può e deve essere anche divertimento!

L’intento di questo post (spero ne seguiranno altri!) non è quello di darvi degli abbinamenti gustativi, ma quello di mostrarvi delle idee su come si può presentare visivamente, e per renderlo appetibile anche ai più piccoli, un semplice panino col prosciutto.

Ho deciso di iniziare dalla materia prima per eccellenza della merende salate, il pane. Quindi panini al latte, tartarughine (o rosette), tramezzini. Buona lettura!

Per le ranocchie:

  • panini al latte
  • salame a fette
  • maionese
  • wurstel
  • olive nere

Imbottiamo i panini al latte e ricaviamo da una fetta di salame le lingue a “coda di rondine”. Facciamo gli occhi tagliando delle fettine di wurstel dai quali togliamo l’interno e mettiamo le olive nere per fare le pupille. Ne fissiamo due per panino sugli stuzzicadenti che “piantiamo” nei panini.

Per le tartarughe:

  • pane tartaruga (o rosette)
  • fesa di tacchino
  • formaggio tipo fontina
  • zucchine
  • formaggio spalmabile e olive nere per gli occhi

Tagliamo le zucchine per il lungo in modo da ricavarne delle “lingue”. Le scottiamo in una padella antiaderente per qualche minuto in modo che si ammorbidiscano leggermente.

Farciamo i panini con la fesa e la fontina a fettine.

Mettiamo le “lingue” di zucchine in modo da formare le quattro zampine, il muso, la codina.

Facciamo due palline con il formaggio spalmabile che diventeranno gli occhi. Con due briciolette di oliva nera facciamo le pupille.

Per le lumachine:

  • pane da tramezzino
  • prosciutto cotto
  • formaggio spalmabile
  • wurstel
  • fili di carote per le antenne
  • foglie di lattuga, gambi di sedano e semini misti per decorare

Stendiamo il pane da tramezzino con un matterello. Lo spalmiamo col formaggio spalmabile e mettiamo una fetta di prosciutto cotto. Arrotoliamo stretto, chiudiamo nella pellicola o nella stagnola e lasciamo in frigorifero, in modo che si fissi, per un’oretta.

Tagliamo il wurstel a metà per il lungo (o in quarti se è di quelli grandi) e ne ricaviamo il corpo e la coda, che tagliamo “di sbieco” nella parte corta in modo che sembri uscire dalla chiocciola.

Togliamo dal frigo il rotolino e tagliamo tante girelle spesse un centimetro. Fissiamo corpo e coda di wurstel con due stuzzicadenti.

Sulla “testa” facciamo due piccole incisioni dove incastriamo i fili di carota per fare le antenne.

Serviamo su un piatto con della lattuga e del sedano. Possiamo decorare le chioccioline spalmando all’esterno della chiocciola un po’ di formaggio spalmabile e facendo aderire dei semini misti.

4 Comments

  • Reply
    SABRINA RABBIA
    27 gennaio 2017 at 15:42

    QUANTE BELLE IDEE!!!AI BIMBI PIACERANNO SICURAMENTE!!!MOLTO BELLO GIOCARE IN CUCINA CON LORO!!!BACI SABRY

  • Reply
    Elisabetta
    31 gennaio 2017 at 9:58

    Meravigliosi i panini a forma di tartarughe, brava e grazie mille per le idee! 🙂

    http://blog.giallozafferano.it/dolcisalatidielisabetta/

    http://ilblogdielisabettas.blogspot.it

  • Reply
    Andreea
    31 gennaio 2017 at 15:16

    Che bella idea per i bambini, i miei sono cresciti ma è un piatto davvero divertente e anche buono !

  • Reply
    saltandoinpadella
    2 febbraio 2017 at 15:51

    Nooooo sono troppo bellini, sono qui che ho gli occhi a cuoricino. Al prossimo compleanno della nipotina mi scateno con questi panini, sono sicura che i bambini li adoreranno

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    CONSIGLIA Vellutata di porri e patate