COMFORT FOOD/ NATALE

Cubàita (di Roberta): prove tecniche per il Natale

Prima di tutto grazie. Grazie perchè con le vostre paroline di conforto siete meravigliose e il post scorso me lo avete confermato. Va meglio, sì. Dopo un fine settimana di svago e soprattutto alcuni chiarimenti con gli interessati posso dire che il malumore è passato. Faccio ancora molta fatica a prendere sonno, ma non posso pretendere troppo. E’ un periodo un po’ stressante, mi sono riempita la vita di piccole cose che, per quanto mi piacciano, richiedono impegno e dedizione. 
Cerco di mantenere vivi i rapporti con gli amici di sempre, che si traducono in aperitivi e serate in bruschetteria (sto sempre a magna’).
Come tante food blogger, sto iniziando anche io a pensare a qualche regalino fatto in casa. 
Capita spesso di entrare nei vari blog e di sentire di quanto sia bella l’atmosfera natalizia, le luci, la casa addobbata eccetera. Posso dire che sono d’accordo e che l’estetica del Natale in qualche modo scalda il cuore. Tuttavia non mi tornano alcuni punti e una riflessione mi viene spontanea. Non starò qui a parlare del vero spirito natalizio di Cristo che viene in mezzo a noi, che in qualche modo, da credente, condivido. Vorrei piuttosto dire due parole sugli sprechi che ne derivano, delle luminarie in ogni luogo e degli addobbi acquistati in quantità per cose che si usano soltanto un mese. A me personalmente non piace pensare che si spendono migliaia di euro per le luci quando le famiglie che chiedono aiuto alla caritas sono aumentate del 50% rispetto all’anno scorso.
Senza voler essere troppo rigida, penso che per illuminare un presepe possa essere sufficiente una candela, se ci piacciono le lucine in giardino che si possa scegliere di metterle solo su un alberino o su una ghirlanda. E questo se non altro per rispetto verso chi a Natale probabilmente non potrà permettersi nemmeno un pranzo come si deve. Se poi capita di risparmiare qualcosa e di decidere di fare un’offerta, bè ancora meglio.
Spero di non essere risultata dura con queste parole e che vengano interpretate nel modo giusto. 
Intanto mi esercito nei regalini handmade e in questo Roberta mi ha dato una mano. Sabato ho preparato la sua cubàita.. Ho fatto un po’ di pasticci ma il gusto era speciale.
L’unica cosa che dico è che come croccante forse è ancora un po’ appiccicoso e la prossima prova cercherò di metterci meno miele e più zucchero. Consigliatissima invece per le preparazioni dolci (da colare sopra una torta o nel pandolce come ha fatto Roberta).

Per la ricetta vi rimando qui, da Pupaccena, dove è spiegata nel dettaglio. 
Le fette di mandarino di questa foto invece diventeranno decorazioni per l’albero (o per i regalini) e sono stati semplicemente fatti seccare sul termosifone su un quadrato di carta scottex per due-tre giorni.

Per oggi vi saluto e vi auguro una buona settimana! :*

40 Comments

  • Reply
    Claudia
    3 Dicembre 2012 at 9:53

    Ed invece hai ragionissimo.. a volte ce lo dimentichiamo di quanta gente non ha nemmeno di che mangiare :-(… Buono il croccante di mandorle.. Bacioni e buona giornata .-)

  • Reply
    m4ry
    3 Dicembre 2012 at 10:13

    Le parole, un semplice commento, un apprezzamento..fanno tanto, fanno davvero tanto…e io ti abbraccio.
    Sono felice di spere che tu stia meglio !
    Che meraviglia queste mandorle..mi piacciono tanto i colori ambrati di queste foto 🙂
    Ti abbraccio forte !

  • Reply
    paneamoreceliachia
    3 Dicembre 2012 at 10:13

    E' tutto vero e quest'anno bisogna davvero pensare un pò di più a chi ha di meno.
    I dati che circolano sono davvero preoccupanti, le aziende sono messe male e tanti posti di lavoro sono a rischio. Meglio quindi risparmiare un pò per dare agli altri qualcosina in più.
    Un abbraccio
    alice

  • Reply
    Antonietta
    3 Dicembre 2012 at 11:09

    E' da qualche anno che faccio dei regali "casalinghi" Compero dei piattini o altre cosine che abbino con qualcosa di preparato da me. Insomma con i tempi che corrono dobbiamo interessarci di queste cose, purtroppo sono più vicine di quello che crediamo

  • Reply
    Dani
    3 Dicembre 2012 at 11:16

    Anche se in parte condivido non posso darti ragione su tutta la linea. Quest'anno è stato un anno economicamente molto duro in casa mia e il Natale non sarà sfarzoso… Per questo in realtà vedere tante luci e begli addobbi in giro mi tira su il morale. Lo so che tu hai ragione, ma se c'è penuria in casa e il cuore non può ritemprarsi nemmeno fuori beandosi della bellezze degli addobbi finirebbe con il vincere la tristezza!
    Fai benissimo a cimentarti nei regali home made, pure io quest'anno biscotti per tutti (e apprezzate il pensiero :-P)
    Baciotti amica mia

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      3 Dicembre 2012 at 14:20

      Già.. ma la mia linea non è radicale (penso di non esserlo in niente ormai), nel senso che una dose di atmosfera ci vuole, ma magari cose semplici, magari luci che funzionano con energie alternative (se parliamo dei luoghi pubblici). Ci ho pensato sai se la sobrietà mi dispiacerebbe e ho pensato che se mi fosse giustificata direi di no, per niente. E soprattutto no a tutte quelle trashate che riempiono i giardini con luci di ottocento colori diversi, che sono anche brutte oltre di dispendiose…

  • Reply
    Ely
    3 Dicembre 2012 at 11:36

    Carissima.. vedrai che piano piano, come scosse di assestamento dopo un terremoto, tutto si sistemerà in un nuovo e ritrovato ordine. Ti abbraccio con affetto, proprio immenso. Sul Natale ti do ragione: vorrei solo fosse 'semplicità', ma spesso sprechi e opulenza la fanno da padrone. Il mio sarà di sicuro modesto.. non voglio altro..
    Voglio provare questa ricettina sperando di non far guai 🙂 Ti abbraccio amica cara! 🙂

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      6 Dicembre 2012 at 12:19

      Lo spero Ely, davvero, questo periodo incerto e nervoso sembra non finire più!
      Anche il mio Natale penso proprio sarà modesto.. bacetti:*

  • Reply
    Dolcemeringa Ombretta
    3 Dicembre 2012 at 11:38

    sono felice che vada un po' meglio:) e sono d'accordo con te con gli sprechi di questo periodo che io poi non amo molto darebbe bello se tutti ci fermassimo a riflettere di piu'!!!
    i regali fatti in casa sono i migliori e questa e' una vera specialita'!!
    un bacione

  • Reply
    Roberta - Pupaccena
    3 Dicembre 2012 at 12:20

    miiiiiii che sorpresa!
    sui pasticci sono certa che sarò sempre una spanna avanti a te 😉
    sul miele hai proprio ragione, l'avevo notato anch'io e aggiunto alla risposta da me. anche dopo qualche giorno infatti il miele tende a "fluidificare", mentre lo zucchero mantiene di più la durezza e la croccantezza tipiche, quindi la giusta dose è ancora tutta da capire!… e ti dirò, nel mio eterno work in progress la prossima volta io lascio pure la pellicina alle mandorle!
    grazie claudia, e scusami se non sono presente in questi giorni no e ni… ma anche qui va un po' così!
    tieni duro per tutto :*

    ti abbraccio
    roberta

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      3 Dicembre 2012 at 14:16

      Sì ma l'avevo letta la risposta dopo.. Ma non escludo di usarlo anche così, magari su uno straterello di frolla.. sai che bel biscottone?
      Non ti preoccupare Roby, sono comunque contenta che tu abbia visto questo post prima che te lo segnalassi io:)
      :*

  • Reply
    Vale@Lattealcioccolato
    3 Dicembre 2012 at 14:01

    Quanto hai ragione dear! Proprio ieri sono andata da Leroy Merlin e non ti dico quanta gente c'era che spendeva centinaia di euro per gli addobbi natalizi che probabilmente utilizzeranno solo quest'anno. Impressionante!
    Sono felice che tu stia meglio. Tornerà anche il sonno vedrai 😉
    Bacibacibaci :***

  • Reply
    Zonzo Lando
    3 Dicembre 2012 at 16:20

    Sono contenta che vada tutto meglio 🙂 E condivido i tuoi pensieri. Questo croccante alle mandorle mi piace un sacco, è tra i miei preferiti e vederlo qui mi mette una voglia matta di farlo anche a me!! Bacioni cara!

  • Reply
    Giovanna
    3 Dicembre 2012 at 19:41

    Mi fa piacere che va meglio! Riguardo al Natale condivido. Anche a me non piacciono gli sprechi e il consumismo.
    Come te non amo comprare cose che nell'arco di un mese si esauriscono.
    Infatti decoro sobriamente la casa con poche cose. Non faccio l'albero, non metto luci. Candele, quelle si, mi piacciono, profumano, rallegrano.
    A me non piacciono neanche regali tipicamente natalizi, che so la maglietta con Babbo Natale, la tazza con l'albero e così via.
    I tuoi regali home made li trovo deliziosi. Le fette di mandarino essiccate mi piacciono tanto.
    Di solito le preparo in forno, ma userò anch'io il termosifone, è sempre bene pensare all'ambiente! 🙂
    Un bacione grande grande, buona settimana

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      8 Dicembre 2012 at 17:56

      I regali natalizi, strettamente natalizi, spesso sono tremendamente kitch, grazie Giovi:*

  • Reply
    melania
    3 Dicembre 2012 at 21:29

    Che bello sapere che stai meglio ..mi dispiace che ultimamante sono un po assente.
    Questo croccante mi piace un sacco.
    Un bacio

  • Reply
    MorsoDiFame Antonella
    4 Dicembre 2012 at 1:27

    Mi sono unita al tuo blog! Ho letto solo questo post, ma finalmente una dritta su come si seccano gli agrumi senza forno! 🙂
    Ora mi faccio un po' di fatti tuoi e mi leggo anche gli altri post indietro! 🙂

    Un abbraccione grande,

    Antonella

  • Reply
    Babe - La Cucina di Babe
    4 Dicembre 2012 at 9:47

    Concordo in pieno su tutto.
    Il Natale è la festa della famiglia e troppo spesso i tende a dimenticare questo aspetto per spendere un sacco di soldi in cose inutili e basta!
    Adorabili le tue idee…ci faccio un pensiero…
    Un abbraccio!

  • Reply
    Emanuela - Pane, burro e alici
    4 Dicembre 2012 at 10:30

    No, non sei stata dura, anzi, le tue parole fanno riflettere!
    Questo dolcetto è uno di quelli che sai quando inizi ma non sai quando smetterai di mangiarlo! 🙂
    Un bacione!

  • Reply
    Valentina
    4 Dicembre 2012 at 10:31

    Ciao Cla 🙂 Mi fa piacere sapere che tu stia meglio, mi sono persa qualcosa a causa della mia scarsa presenza ma è un periodo pieno zeppo di cose e a volte mi dimentico anche dove mi trovo O_O Grave, eh? 😀 Vabbè, ad ogni modo, sono felice che tu sia più serena 🙂 Anche io farò regalini con le mie mani, questo croccante è delizioso! 🙂 Anche io seccavo così gli agrumi da piccola, lo faceva mia nonna, solo che seccavamo prevalentemente la scorza degli agrumi, non le fette… bellissima idea che copierò! 😀 Grazie e complimenti, un abbraccio forte 🙂

  • Reply
    Francesca in the kitchen
    4 Dicembre 2012 at 13:40

    Sono felice di leggere che stai meglio :-)!
    Questo croccante é meravigliosamente goloso!

  • Reply
    Giovanna
    4 Dicembre 2012 at 20:50

    Salutino della sera! 🙂
    Un bacione grande grande

  • Reply
    Ennio
    4 Dicembre 2012 at 20:52

    Eccezionale questo croccante!!! Ti è venuto benissimo! 😀

  • Reply
    renata
    5 Dicembre 2012 at 4:36

    Ma che dura bimba
    Le cose si devono dire e dire forte
    Idozie pure se ne vedono …qui a Reggio la situazione è disastrosa per sprechi idioti a cui molti hanno applaudito
    Mangiamoci un croccante per addolcirci che è meglio ahahah
    Un bacione e Claudia le fette di mandarino essicate sono meravigliose!!!!!

  • Reply
    Bietolin@
    5 Dicembre 2012 at 12:19

    Ciao Tesora,
    faccio un passaggio veloce giusto per farti un salutino!!
    Questo periodo è tremendo: al lavoro mi fanno scoppiare e nel "non lavoro" (chiamarlo "tempo libero" è un eresia) mi si stanno accumulando tante di quelle cose da fare che non so più quando ne uscirò 🙁
    Tu come stai? Comincia ad andare un po' meglio?
    Baci baci 🙂

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      5 Dicembre 2012 at 13:37

      Sì dai va meglio per fortuna:) è un periodo pesante per molti questo, me ne sto accorgendo e, come si dice, mal comune mezzo gaudio (anche se non è del tutto vero)
      :**

  • Reply
    simona
    5 Dicembre 2012 at 19:15

    Cara Claudia eccomi di nuovo on line.. ho passato giorni nel totale panico.. senza pc in attesa del nuovo ho temuto il peggio per i vecchi dati.. insomma.. finalmente l'incubo pare finito..
    Concordo pienamente con te sulla consapevolezza degli sprechi.. per quanto mi riguarda ho fatto 1 sola volta la spesa degli addobbi per l'albero.. pochi pezzi in legno naturale, campanelle e puppazzi home made presi ad un mercatino shabby con cui vado avanti 4 anni circa.. e credo che ci andrò avanti per ancora tanti anni…ci sono affezionata.. nn mi piacciono le luci 😀 prediligo le candele e come presepe ho una roccia antica regalatami da mio papà , capanna e 3 personaggi principali.. nn amo i presepi sfarzosi e poco veritieri.. d'altra parte Gesù è nato in una capanna mica in mezzo a ristoranti, salumifici e pizzerie?… 😀 e concordo quindi su tutta la linea anti-spreco.. sarebbe meglio un natale a luci spente ma con le persone accese per parafrasare Bukoswki;) la cubaita è grandiosa.. provata più volte e mi piace da morire! bravissima un caro abbraccio:**

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      8 Dicembre 2012 at 18:01

      Mi dispiace per i giorni di panico! Belli i pezzi che durano anni, sono i miei preferiti! Adoro le candele.. quest'anno abbiamo solo di quelle!
      Il presepe a me piace anche di più dell'albero, fatto con legnetti e pezzi poveri!
      Bello il pensiero delle persone accese:D
      :**

  • Reply
    v@le
    5 Dicembre 2012 at 22:13

    clooo è da un sacco che nn passo.. dobbiam beccarci in facoltà te venerdi sei nei paraggi?un bacio.. che idea carina!

    • Reply
      lacuisinetresjolie
      5 Dicembre 2012 at 22:19

      eh ho paura di no.. dovevo fare una studiata insieme alle altre la mattina ma mi sa che tornerò a casa per cause di forza maggiore.
      CI vediamo però.. magari la settimana prossima a sto punto!

  • Reply
    Yrma
    5 Dicembre 2012 at 22:56

    Ah beh..se pensi di esser stata rigida…molti lo sono di più! Io facio "austerity" quest'anno ma in positivo, niente di nuovissimo sul mio albero (a parte qualche piccola decorazione nei vari meractini ma lo sai..qui mi invadono come mars atttack!)e regali sottotono, tanto impegno invece in biscottini, dolcini e affini ^_^ E come ogni anno ho fatto la spesa per chi non poteva permetterselo. Direi che il mio "gesto natalizio" l'ho fatto e per quanto valga poco, mi sento " a posto" con il mio credo per ora.Farò di più…per ora mi godo il tuo croccante!amoooo mandorle e miele quindi non posso che apprezzare!!Un abbraccio mia splendida e "ciuffosa":D amica :DDDD

  • Reply
    Federica
    6 Dicembre 2012 at 7:17

    Sono contenta di sapere che va meglio. E pian pianino tutto tornerà alla normalità 🙂 Non credo tu sia stata troppo dura con le riflessioni sugli sprechi per il Natale. E’ uno dei motivi per cui detesto questo periodo: del Natale “VERO” non è rimasto più nulla o quasi ormai. Consumismo e sprechi la fanno da padrone e mi sembra un doppio oltraggio a chi non sa come fare per arrivare in fondo al mese o peggio in fondo alla giornata! Con la cubaita potrei farmici del male! Un bacione, buona giornata

  • Reply
    Valentina
    6 Dicembre 2012 at 11:54

    Oh carissima non sei affatto rigida, hai solo messo nero su bianco ciò su cui tutti dovremmo riflettere..ormai manca poco a Natale e siamo presi dalla corsa ai regali e addobbi vari, ma prima di tutto dovremmo metterci una mano sul cuore e pensare alle persone meno fortunate di noi..sopratutto "se è vero" che a Natale siamo tutti più buoni. Comunque hai fatto proprio bene a parlarne, poi concordo con Federica perchè alla fine, se ci pensiamo bene, è vero e proprio consumismo! Niente più! Perchè la magia del Natale si deve vivere nel cuore, non davanti a una montagna di regali!! Complimenti per le tue prove tecniche, molto golose..:*
    Un abbraccio forte forte

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    CONSIGLIA Cake Pops di Pandoro